Dopo tre anni di lavoro, il prototipo della piattaforma SmartSense 4.0 (per esteso: Smart sEcure urbaN SystEm 4.0) è stato presentato lo scorso dicembre a Bari, in presenza delle istituzioni e di tutti i partner di ricerca: oltre a SITE S.p.A., le società Engineering Group, Dinets, Innovaway e N&C System Integrator.

SmartSense 4.0 – progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sulla sicurezza cyber-fisica sostenuto dall’Unione Europea, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Regione Puglia – rappresenta un importante passo in avanti nella gestione della sicurezza nelle nostre città. Tra i suoi elementi più interessanti, l’approccio “human-centric” ha lo scopo di coinvolgere attivamente i cittadini sul tema della sicurezza urbana.

All’interno di questo progetto, SITE S.p.A. è stata incaricata di definire un innovativo modello cognitivo per lo sviluppo del prototipo C4ISR: un sistema di Comando e Controllo di Sistemi Eterogenei Cooperanti, studiato per permettere agli utenti di prendere le migliori decisioni.

Grazie alla raccolta, all’analisi, all’elaborazione, all’integrazione e alla correlazione delle preziose ed eterogenee informazioni raccolte da sensori, dispositivi fisici e reti di comunicazione, il sistema fornisce all’ecosistema SmartSense 4.0 tutti gli strumenti per individuare con tempestività minacce fisiche e cyber. A questo sviluppo è stata aggiunta anche una soluzione di Realtà Aumentata per un’interazione più immediata con la piattaforma.

Smart sEcure urbaN SystEm 4.0: il progetto

Il progetto Smart sEcure urbaN SystEm 4.0 ha l’obiettivo di migliorare la sicurezza delle città, sempre più esposte alle minacce informatiche e fisiche. Lo fa attraverso un approccio incentrato sulla gestione del rischio e orientato alla resilienza.

Tutto si basa sulla creazione di una piattaforma cognitiva per una gestione smart delle decisioni. La piattaforma cognitiva di SmartSense 4.0 raccoglie e analizza dati in tempo reale per offrire un supporto decisionale avanzato ai suoi utenti, messi così nella condizione di elaborare risposte tempestive ed efficaci.

Attraverso un layer innovativo di comando e controllo, la piattaforma utilizza strumenti sofisticati per la classificazione di soggetti e oggetti rilevati dai vari sistemi. Incorporando regole automatiche, procedure guidate e uno strumento di correlazione eventi, SmartSense 4.0 offre un approccio completo e intelligente alla gestione sicura delle informazioni.

Il cuore di SmartSense 4.0 è l’intelligence, che ha un ruolo chiave nella previsione e mitigazione delle minacce. Questa è affiancata dall’analisi avanzata dei dati, che avviene attraverso sistemi di intelligenza artificiale e machine learning che monitorano in modo costante i modelli di comportamento, identificando anomalie e avvisando tempestivamente le autorità e la comunità.

Altri elementi fondamentali per la sicurezza urbana cyber-fisica sono i sensori: SmartSense 4.0 implementa una rete avanzata di sensori intelligenti per rilevare attività sospette in tempo reale.

Il ruolo della Kireti Suite all’interno di SmartSense 4.0

Nell’ambito del progetto SmartSense 4.0, SITE S.p.A. ha avuto il compito di definire l’architettura di un sistema C4ISR (Comando, Controllo, Comunicazione, Computer, Intelligence, Sorveglianza, Riconoscimento) che introducesse innovativi elementi di analisi e di supporto alle decisioni di tipo strategico, tattico e operativo. La soluzione proposta è stata realizzata adottando metodologie e processi in grado di garantire la fruibilità in ogni luogo dei meccanismi realizzati.

Il sistema progettato da SITE è basato su un’architettura modulare, composta da microservizi, che ne garantisce un’elevata scalabilità e accessibilità. L’architettura è fondata sulla cooperazione di quattro classi di elementi: Kireti Suite, SmartSense Driver, SmartSense Field Gateway e SmartSense Proxy.

La Kireti Suite (o K-Suite) è il core component dell’intera soluzione. K-Suite rappresenta infatti un vero e proprio sistema PSIM (Physical Security Information Management) dotato di un sofisticato DSS (Decision Support System), che gestisce le informazioni provenienti dal campo, supervisiona i dispositivi IoT che le raccolgono e genera segnalazioni e indicazioni per gli utenti. Kireti Suite è dunque lo strumento centrale per il supporto alle decisioni: attraverso l’Information Fusion, sono messi a disposizione tool fondamentali per la gestione e l’interpretazione dei dati provenienti dai sensori e dai sistemi monitorati.

SmartSense Driver, SmartSense Field Gateway e SmartSense Proxy svolgono essenzialmente il compito di interfaccia tra la Kireti Suite e l’ecosistema SmartSense 4.0.

SmartSense Driver è l’elemento software che acquisisce le informazioni generate dai dispositivi IoT/IIoT dispiegati sul campo. Per garantire scalabilità e vasta copertura spaziale della soluzione, gli SmartSense Driver impiegati possono essere molteplici e fisicamente distanti tra loro.

SmartSense Field Gateway è invece il modulo software che funziona da punto di accesso al sistema DSS per le informazioni generate dalla sensoristica. SmartSense Field Gateway accentra le informazioni provenienti dai diversi SmartSense Driver, ne effettua una prima elaborazione (volta a eliminare eventuali contenuti informativi duplicati, corrotti o superflui) e trasferisce i risultati alla K-Suite, responsabile della vera e propria interpretazione dei dati.

Infine, SmartSense Proxy è appunto il proxy che consente il trasferimento delle informazioni generate dai processi decisionali del modulo Kireti Suite all’ecosistema SmartSense 4.0.

I benefici di SmartSense 4.0

Smart sEcure urbaN SystEm 4.0 è un nuovo strumento avanzato per garantire la sicurezza fisica e cyber. Se sarà implementato su larga scala permetterà di proteggere le città dalle minacce fisiche e informatiche, riducendo i rischi a carico di infrastrutture critiche ed ecosistemi cyber-fisici.

La piattaforma rappresenta anche una soluzione per migliorare la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine. Il progetto punta infatti alla definizione di una sicurezza urbana condivisa, grazie al coinvolgimento attivo della popolazione. L’adozione delle nuove tecnologie permette al cittadino di segnalare situazioni di pericolo e alle forze dell’ordine di rispondere a minacce e crisi in modo coordinato e tempestivo.

SmartSense 4.0 intende essere così uno strumento di Smart Governance, che segue un approccio inclusivo e human-centric, supportato da strumenti di intelligenza collettiva. SmartSense 4.0 vuole essere in definitiva una risposta completa alle esigenze di sicurezza dei centri urbani, a beneficio degli enti pubblici, delle aziende private e dei residenti.