I principi della Smart City acquistano un rinnovato valore durante avvenimenti di grande richiamo, capaci di attirare nei centri urbani notevoli quantità di persone. Fra questi ci sono senza dubbio gli eventi sportivi più importanti, come ad esempio i Campionati Europei di calcio di Germania 2024.

Dopo aver visto come Parigi si sta preparando a ospitare le Olimpiadi, facciamo ora una breve panoramica sulle realtà tedesche coinvolte nei prossimi Europei di calcio, in programma dal 14 giugno al 14 luglio.

Perché una Smart City è funzionale ai grandi eventi

Integrando tecnologie come la sensoristica, l’analisi dei dati e l’Intelligenza Artificiale, le Smart City riescono a monitorare i flussi di persone in tempo reale e a gestirli in maniera efficace. Durante gli eventi di massa, questo è cruciale per evitare intasamenti stradali, sovraffollamento nei trasporti pubblici e in generale per garantire una migliore esperienza agli ospiti.

Le tecnologie intelligenti possono poi contribuire a migliorare la sicurezza pubblica. Sistemi di sorveglianza avanzati, analisi predittiva e strumenti di gestione delle emergenze sono implementati per prevenire e affrontare minacce alla sicurezza in modo più efficace.

Ma non è tutto qui. Perché una Smart City all’avanguardia punta anche all’efficienza energetica e alla sostenibilità. Eventi di grande portata possono consumare energia e risorse in enormi quantità. Per questo, la presenza di infrastrutture intelligenti può contribuire a ridurre l’impatto ambientale e a ottimizzare l’uso delle risorse.

Le città intelligenti offrono inoltre una vasta gamma di servizi digitali ai cittadini e ai visitatori, come app mobili per la navigazione, informazioni in tempo reale sugli eventi, prenotazioni online di alloggi, trasporti e altro ancora. Questi servizi migliorano l’esperienza complessiva delle persone durante la manifestazione.

Infine, farsi conoscere come un’efficiente e vivibile Smart City durante gli eventi internazionali promuove l’immagine della città. Questo può avere effetti positivi a lungo termine sull’attrazione degli investimenti e sul turismo.

Europei Germania 2024: le città tedesche più smart

Sono 10 le città in cui si svolgeranno le partite degli Europei di Germania 2024: Berlino, Colonia, Dortmund, Düsseldorf, Francoforte, Gelsenkirchen, Amburgo, Lipsia, Monaco e Stoccarda. Quali di queste sono più smart?

Secondo l’ultimo Smart City Index report tedesco, è Monaco di Baviera la città più intelligente della Germania. Nel 2023, ha raggiunto la vetta della classifica per la prima volta. Amburgo si è classificata al secondo posto dopo quattro anni al vertice, mentre Colonia è salita al terzo posto.

Tra le altre città che saranno sede degli Europei di Germania 2024, Stoccarda è posizionata all’8° posto, Dortmund al 18°, Düsseldorf al 21°, Francoforte al 22°, Berlino al 24°, Lipsia al 25° e Gelsenkirchen al 34°.

Come esistono differenze “digitali” in ogni regione del mondo, anche in Germania i progressi in ambito Smart City variano da Land a Land. Le città del Baden-Württemberg, della Baviera e della Sassonia hanno ad esempio ottenuto risultati nettamente migliori della media tedesca.

Anche le città universitarie hanno Smart City Index mediamente migliori. Qui, infatti, il dialogo tra ricerca scientifica e applicazioni pratiche è molto più sviluppato. Le città universitarie possono avvantaggiarsi dalla presenza nel territorio di molte startup tecnologiche, che a loro volta hanno l’opportunità di testare a livello locale le loro applicazioni in maniera più immediata.

Le Smart City tedesche verso gli Europei di Germania 2024

È previsto che circa 2,5 milioni di persone assistano alle partite degli Europei in Germania, di cui buona parte provenienti dall’estero. Essere una Smart City moderna, efficiente e sostenibile può aiutare a migliorare la gestione dell’evento, favorendo la partecipazione degli ospiti e minimizzando i disagi per i residenti.

In particolare, negli ultimi anni la città di Monaco di Baviera ha investito in tecnologie innovative per migliorare la gestione urbana, la sicurezza pubblica e la qualità dei servizi. Ciò ha incluso l’impiego di sensori intelligenti per monitorare il traffico, la qualità dell’aria e altri parametri ambientali, nonché l’adozione di soluzioni di illuminazione pubblica a risparmio energetico. A Monaco sono in corso diversi progetti che puntano a ridurre del 20% le emissioni di CO2, a superare il 20% di utilizzo di energia rinnovabile e a migliorare l’efficienza energetica del 20%. Già oggi il trasporto pubblico locale – tram e metropolitana – della capitale bavarese viaggia all’80% in elettrico. Con meno emissioni e lo sviluppo dell’elettricità verde, la città sta facendo grandi passi in avanti verso l’obiettivo prefissato: la neutralità carbonica entro il 2050.

Il punto di forza di Amburgo è invece il suo sistema di mobilità integrato. La forte intermodalità dei mezzi di trasporto permette di muoversi agevolmente in città con un’unica app, che consente di prenotare digitalmente i biglietti e combinare nel modo più economico diverse modalità di viaggio. Così ad Amburgo è più semplice spostarsi senza mezzi privati, sfruttando comodamente trasporti pubblici e car sharing. Sono inoltre attualmente in corso diversi progetti ITS (Intelligent Traffic System) incentrati su dati e informazioni, infrastrutture intelligenti, smart parking, MaaS e mobilità automatizzata. Oltre a questo, Amburgo può contare su una solida rete di infrastrutture, come fibre ottiche e reti Wi-Fi pubbliche, che sostengono i servizi digitali.

Colonia spicca invece per il suo avanzato livello di digitalizzazione, che incide particolarmente nei servizi dell’amministrazione pubblica. Secondo lo Smart Index City report, la città renana ha buone performance anche nel campo della mobilità intelligente. Una forte cultura dell’innovazione spinge da sempre Colonia a essere una città all’avanguardia: la ricchezza di startup, eventi tecnologici e collaborazioni tra università, aziende ed enti pubblici favoriscono lo sviluppo di soluzioni avanzate per il territorio.

Anche Berlino si sta impegnando a migliorare la propria mobilità, ad esempio con servizi MaaS che unificano il trasporto pubblico e privato in una unica app. La capitale tedesca punta inoltre sulla micromobilità condivisa e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili, con un approccio integrato allo sviluppo della Smart City. Non è un caso se l’area geografica di Berlino è considerata la Silicon Valley tedesca, con oltre 3.000 imprese innovative fondate negli ultimi anni. Metropoli aperta al futuro e con un’elevata qualità della vita, Berlino è pronta ad accogliere in modo smart i tantissimi turisti e visitatori che parteciperanno agli Europei di Germania 2024.